…dulcis in fundo.

novembre 9, 2007

…credo di avere il blocco. Non mi va più di scrivere. Anzi sto pensando seriamente di chiudere il blog e mandarvi tutti a fanculo. In questo cazzo di blog di merda non c’è un testadicazzo che ha qualcosa da scrivere. Io scrivo la mia su tutto, su Dio e sulle pippette, sulle poppe di questa e il culo di quella commento scrittori, omaggio poeti, tratto di musica scienza morale e rott’in’culo. Vi racconto tutte le volte che non mi si è alzato e tento di istruirvi su argomenti di filosofia neuroscienze fisica sub-atomica e storia. Descrivo Roma. La mia Roma. Ma voi nulla. Black-out nelle vostre teste vuote. State pensando all’ultima puntata del telefilm? A cosa regalare al vostro cornutazzo per Natale. Andatela a pijarla ‘nter culo.

Stronzi.

Se non fosse per quella santerella di Daniela, che tralaltro ho persino tentato di invitare a cena per una pizza. Le ho mandato una mail. Oh! m’avesse almeno risposto! Quella si scalda solo quando bestemmio. Evvaffanculo.

L’unico commento serio sembra paradossale ma era quello del signor P. Era l’unico che era scritto col còre, l’anima del li mortacci vostra possibile che nun c’avete un cazzo da scrivere. Nulla da proporre? Stò a fà un monologo del cazzo su questa merda di blog. E poi dite che mi lamento! No, Luchì? Possibile che nun leggete mai un libro, nun ve succede mai nulla di bello in quelle vite di merda che vi ostinate a vivere? Respirate, inspirate, respirate, inspirate. Che cazzo c’avete di tanto importante da fare piuttosto che pensare?

Stronzi.

Certo, certo lo so. Ognuno fa quello che gli pare. Ognuno di noi è diverso. Ah Libè?! Che te pare che stanno tutti a leggere te? E poi sarò anche noioso no? Il modo in cui scrivo, quello che scrivo. Meglio leggere Le Repubblica, no? E poi. Perché stare a raccontare a me quello che vi succede?

Mavaffanculo, stronzi.

E allora leggete La Repubblica, leggete il Foglio, leggete quello che cazzo vi pare ma fatemi un favore. Andatevene tutti a fanculo.

Sveglia testedicazzo!

Ok, stavo scherzando. Diciamo che avevo voglia di scrivere qualche parolaccia. Sapete, ogni tanto fa bene. Non è lamentarsi. E’ sfogarsi. E’ come urlare al vento. Pisciare in riva al mare. Cagare immezzo ai boschi. Quando nessuno ti vede e puoi apprezzare fuori da occhi indiscreti la fragranza che sale dallo stronzo ancora caldo. Voi siete di quelli a cui piace odorare le proprie scurregge? Di quelli che osservano la carta igienica dopo essersi puliti il culo? Date anche un nome, allo stronzo mattutino?

Ci risentiamo tra qualche mese. Stronzi.

Annunci

5 Risposte to “…dulcis in fundo.”

  1. madda Says:

    beh io invece ti seguo sempre e lo sai, e spesso ti scrivo anche! è vero, ho pensato anche io diverse volte che il tuo fosse un blog anomalo, perchè di solito nei blog si lancia un tema e poi gli altri rispondono, e anzi non si finisce più coi botta e risposta…. molti dei tuoi lettori forse non hanno davvero niente da dire, ma tanti credo che invece ne abbiano eccome, ma sai cosa fra? è che questo tuo blog, è molto…intimo. è un TUO flusso di coscienza, sono i TUOI ricordi, i TUOI baci, le TUE ansie, le TUE incazzature le TUE seghe, e insomma il TUO mondo. E la bellezza sta proprio in questo, in un certo senso ci hai dato la possibilità di sbirciare nella vita di qualcun altro, col valore aggiunto di conoscere molti dei personaggi che si nominano, e quindi con quel gusto in più di dare un volto ai nomi letti!! è che ti dico la verità, a me sembrerebbe proprio di invadere una proprietà privata se mi mettessi a scrivere qui le cose mie, le mie riflessioni, i miei sogni ei miei ricordi. ho sempre pensato che ti avrei mancato di rispetto. e forse come me altri. Però se tu invece vuoi che le nostre voci vaghino libere all’interno del tuo spazio, lo faremo, certo non prendendoci troppo la mano… sei tu che dai le carte!
    per quel che mi riguarda ti prego non pensare che si sia trattato di disinteresse o peggio di assenza di cose da dire! e anzi, spero tanto che i tuoi ricordi tornino a fluire costanti su queste pagine, perchè mi mancheresti molto se non lo facessi. ti abbraccio, madda

  2. Blimes Says:

    Stronzi. Presente!
    Io invece seguo qualche giorno al mese, e faccio il riperduto, scrivendo solo quando ne sento davvero la necessità, non c’è cosa più difficile per me che raccontarmi “davvero”.

    Bene, questo stop mi mette in pace per un pò. Raccogli quel materiale, che serve per quella cosa. Quella.

  3. Daniela Says:

    …scusa…”la santerella di daniela” sarei io???
    ma guarda sto stronzo non mi conosci neanche e ti permetti di prendermi a parolacce??!!a bello!!!
    visto che siamo arrivati al momento…allora te lo dico!!è chiaro che questo tuo dulcis in fundo è pensato appositamente per svegliare questo torpore che in realta’ hai contribuito tu stesso a creare!!!i tuoi ultimi post erano di una pesantezza unica! mi scocciava persino leggerli fino alla fine!
    per quanto riguarda i botta e risposta…nn mi va di controbbattere sempre e per forza. Ognuno ha i suoi pareri che non per forza vanno contestati e sopraffatti nel tentativo onnipotente di imporsi sugli altri.
    Se voi la pensate diversemente da me…non vedo perchè io devo stare a dire e ribadire sempre le stesse cose. Certe cose sono sempre vere percui dette una volta…dette per sempre!!!
    Non so, ti ripeto, se la santerella di daniela sono io ma se era a me che ti riferivi volevo avvisarti che a me non è arrivata nessuna mail…e tanto meno nessuna pizza!se la santerella è un’altra allora forse è vero che non ha voluto nemmeno risponderti!
    e poi…perchè dovremmo rivederci tra qualche mese?
    Tra qualche mese puo’ succedere che chiami qualc’un altro a casa mia per qualche promozione o chissa’ per proporre quale grande occasione del secolo, puo’ capitare che io sia in casa in quel momento e puo’ capitare che mi si lasci un indirizzo di un blog qualsiasi a cui poi col tempo mi ci affezionero’!e in quel caso…iononmilamento…!!
    forse è vero…”il rischio di abituarmi” all’odore, l’olezzo che si sente nell’aria è piu’ alto di quanto possa immaginarmi!(è chiaro che mi riferisco alla canzone di d. silvestri).
    Ma finchè lo sento..posso star tranquilla!
    ti aspetto…!
    rispondi..!

  4. dany Says:

    ciao Fra come puoi vedere eccomi qua a risponderti…l’avevo fatto già ieri ma il testo non so perchè mi si è cancellata…beata la mia ignoranza…per quanto riguarda la stronzaggine quella me la sento meno mia almeno riguardo a quella per la quale ci accusi…per quanto mi riguarda io non intervengo non perchè non abbia nulla da dire ma semplicemente perchè io leggo il tuo blog come se fosse un bel romanzo ed intervenire mi sembra di interromperne la magia…mi piace leggerti mi diverte e mi rilassa e non sarebbe più così se mi dovessi sentire in obbligo ad intervenire tanto le cose che ti devo dire lo sai te le dico privatamente preferisco…è il tuo spazio ed è giusto che sia così per quanto riguarda la canzone di D.Silvestri lo sai cosa ne pensavo e continuo a pensare tuttt’ora…beata beata ignoranza almeno mi fa sorridere…un bacio Danielona non vorrei che tumi confodessi con un’altra Daniela…e mi raccomando non pensare che le non risposte siano indifferenza a ciò che scrivi ma semplicemente rispetto del tuo spazio bacio

  5. Il Signor P. Says:

    una volta mi chiamavano il signor g…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: